I due hanno arruolato combattenti per l'IS (keystone)

Presunti islamisti a processo

Si apre il processo a due uomini che avrebbero arruolato, in Svizzera, combattenti per il sedicente Stato islamico

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Inizia lunedì al Tribunale penale federale (TPF) di Bellinzona il processo a due presunti islamisti.

Uno, il principale imputato, ha soggiornato in Siria nel novembre e dicembre del 2013, stando all'atto d'accusa. Durante questo periodo avrebbe fatto parte di un gruppo di combattimento dell'organizzazione terroristica Stato islamico (IS). Avrebbe addestrato guardie armate e partecipato ad azioni belliche.

Rientrato in Svizzera, ha fondato con il campione del mondo di boxe thailandese Valdet Gashi la scuola di arti marziali "MMA Sunna" a Winterthur. Inoltre, ha diretto l'organizzazione "Lies" (Leggi!), che ha come scopo la distribuzione gratuita del Corano.

L'imputato avrebbe sfruttato tali strutture e i suoi contatti al fine di reclutare partigiani dell'IS che si sono recati in Siria su sua richiesta per arruolarsi nell'organizzazione terroristica.

Il secondo uomo è accusato di atti sessuali con fanciulli e pedopornografia. Avrebbe intrattenuto una relazione intima con la minorenne che si era recata in Siria assieme al fratello.

ats/mrj

 

Due jihadisti a processo al TPF

Due jihadisti a processo al TPF

TG 20 di lunedì 10.08.2020

Condividi