Per pigrizia, per abitudine o perché ci si trova bene: gli svizzeri sono fedeli alla loro cassa (keystone)

"Solo il 4% cambierà cassa"

L'aumento dei premi nel 2020 non ha inciso sui redditi e pure nel 2021 sarà moderato: pochi svizzeri passeranno a un'altra assicurazione malattia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il leggero aumento dei premi di cassa malati nel 2020 non ha avuto alcun impatto sulla crescita del reddito disponibile delle famiglie svizzere. A dirlo è l'Ufficio federale di statistica, secondo il quale l'incremento è stato compensato dalle riduzioni attraverso i sussidi statali. Il relativo indice è cresciuto solo dello 0,2% nell'assicurazione obbligatoria e dello 0,1% per quelle complementari. E intanto mancano pochi giorni alla scadenza di fine novembre per chi intende cambiare cassa per il 2021. Gli assicurati elvetici sono poco propensi a farlo e anche quest'anno non farà eccezione.

"La propensione a cambiare dipende direttamente dall'evoluzione dei premi e quest'anno è contenuto, in media lo 0,5%", spiega Ansgar John, fondatore del portale di confronto swupp.ch. Inoltre, "in questo periodo segnato dal coronavirus, la gente pensa meno a cambiare. Ci aspettiamo che circa il 4% lo faccia", precisa John.

Contrariamente a quanto molti pensano, tuttavia, secondo l'esperto ci può essere un importante potenziale di risparmio anche se il premio mensile non sale di molto. Se si guardano gli estremi, "per una persona sola la differenza in Ticino può arrivare a 130 franchi al mese", afferma per esempio l'esperto. Il suo consiglio è quindi quello di fare un confronto regolare fra le offerte, prendendo in considerazione anche i diversi modelli assicurativi.

RG/ATS/pon
Condividi