Il Tribunale federale conferma il verdetto solettese
Il Tribunale federale conferma il verdetto solettese (keystone)

Spacciava ricette, condannato

Ricorso bocciato per il dottore che vendeva prescrizioni mediche via internet

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Tribunale federale ha condannato un medico colpevole d'aver inviato tra il 2006 e il 2009, via internet e nel mondo intero, 45'000 ricette facendosele pagare 10 franchi l'una.

Il dottore, nel frattempo andato in pensione, collaborava con due siti attraverso i quali si poteva ottenere prescrizioni per acquistare psicofarmaci. Ai clienti -soprattutto canadesi, britannici e statunitensi- bastava indicare lo stato di salute e poco altro per avere, dopo breve valutazione e nella maggior parte dei casi, quanto richiesto.  

Per la corte losannese, che ha confermato il verdetto della giustizia solettese -vale a dire due anni di carcere con la sospensione condizionale per tre nonché il pagamento di 144 aliquote giornaliere di 230 franchi l'una e di 280'000 franchi a titolo di compensazione per il cantone- l'uomo. così facendo, ha infranto la legge sugli stupefacenti.

ATS/dg

Condividi