Radunati alla Schützenmatte (keystone)

Trecento motociclisti davanti al tribunale

I membri di diverse bande a Berna per la sentenza del processo per i fatti di Belp nel 2019

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Circa 300 motociclisti sorvegliati a vista dalla polizia si sono radunati giovedì mattina sulla Schützenmatte di Berna, nei pressi della Reitschule e soprattutto a un centinaio di metri soltanto dalla sede del tribunale regionale, dove è attesa la sentenza per gli scontri del 2019 a Belp.

Ventidue imputati sono comparsi alla sbarra il 30 maggio per rispondere di accuse che per due di loro vanno fino al tentato omicidio. Tre anni fa nel comune alla periferia della capitale i Bandidos, banda non ancora presente in Svizzera, avevano tentato di aprire una sede. Gli Hells Angels e i Broncos loro alleati si erano presentati in massa e ne era nata una vera e propria battaglia. La polizia l'aveva sedata, sequestrando poi un vero e proprio arsenale.

I cartelli esposti da una parte dei biker convenuti questa mattina a Berna rimanda a una "statement" in rete, in cui si ricorda che da 50 anni le bande di motociclisti svizzere convivono secondo un proprio sistema e con regole proprie. L'intrusione dei Bandidos era stata percepita come una provocazione.

Le due parte si erano ritrovate faccia a faccia anche all'apertura del processo e anche in questo caso le forze dell'ordine avevano dovuto interporsi, facendo uso anche di spray al pepe. I disordini avevano perturbato anche la circolazione dei mezzi pubblici in centro.

ATS/pon
Condividi