Una quarta persona coinvolta nell'incidente risulta sempre dispersa (keystone)

Un canyon pericoloso

"Noi non proponiamo tour nel Parlitobel", sottolinea un'esperta del ramo, dopo l'incidente di canyoning costato la vita a tre persone

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Come agenzia noi non proponiamo tour nel Parlitobel e non conosco agenzie che lo facciano. Questo canyon, che ho visto in foto, è ripido e stretto e se c'è un temporale con molta pioggia può diventare sicuramente pericoloso". Così l'esperta di canyoning Katrin Blumberg, ai microfoni della RSI, dopo la tragedia nel canton San Gallo costata la vita oggi a 3 torrentisti spagnoli. E una quarta persona risulta ancora dispersa.

Più in generale i canyon "sono sempre pericolosi quando arriva troppa acqua dall'alto", sottolinea Blumberg, che attualmente presiede Swiss Outdoor Association, un'organizzazione di operatori qualificati nel ramo delle escursioni avventurose in Svizzera.

"Un primo sorvolo della zona ha mostrato gli effetti del temporale con colate di detriti nella gola del Parlitobel", ha per parte sua dichiarato Armin Grob, specialista di canyoning con il Soccorso Alpino della Svizzera orientale. Le tre vittime sono state investite dalla masse d'acqua e rocce e sono state ritrovate nel bacino idrico di Gigerwald. Il forte temporale era stato preannunciato dai servizi meteorologici.

RG/ATS/ARi

Grave incidente di canyoning

Grave incidente di canyoning

TG 20 di giovedì 13.08.2020

Condividi