Vaud, smartphone banditi a scuola

Il Dipartimento dell’istruzione, al termine di un progetto pilota, ha deciso di proibirli durante lezioni, ricreazioni e gite

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli alunni del canton Vaud dovranno rassegnarsi a non poter più smanettare sul touchscreen durante i momenti morti: il Dipartimento dell’istruzione ha infatti deciso di vietare l’uso dei telefonini in tutte le scuole dell’obbligo non solo durante le lezioni, ma anche durante le ricreazioni, passeggiate e campi scolastici.

Il “bando” entrerà in vigore al rientro sui banchi, ad agosto; nel concreto, gli scolari dovranno spegnere e mettere da parte i loro smartphone e dispositivi connessi.

La decisione è stata presa al termine di un progetto pilota che ha coinvolto una decina di istituti scolastici. Tutti gli attori coinvolti hanno definito “benefico” il divieto, il cui obiettivo è “favorire la concentrazione, la capacità di apprendimento e le interazioni”, spiegano le autorità cantonali in una nota.

 

I genitori, inoltre, beneficeranno di supporto e consigli per quanto riguarda l’uso di dispositivi elettronici da parte dei figli.

ATS/RTS/ludoC
Condividi