La droga era portata in Svizzera da corrieri e i proventi viaggiavano poi all'estero (keystone)

Zurigo, maxioperazione antidroga

Il lavoro degli inquirenti svizzeri, con colleghi di nove cantoni e altri paesi europei, ha portato a 200 arresti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Oltre 200 arresti in giro per l'Europa, 115 chili di cocaina e 15 chili di marijuana sequestrati insieme a 850'000 franchi in contanti: sono i numeri principali di un'operazione antidroga denominata Wave e portata a termine dalla polizia cantonale zurighese in collaborazione con i corpi di altri cantoni della Svizzera tedesca, delle polizie di Spagna, Austria, Germania, Francia e Olanda, di Europol e Interpol.

Bersaglio delle indagini, durate cinque anni, era un'organizzazione nigeriana dedita al contrabbando internazionale. Questa ha fatto pervenire in Svizzera, su un lungo lasso di tempo, importanti quantitativi di stupefacenti nascosti in valigie o nel corpo di corrieri. Una volta nella Confederazione, la cocaina, veniva distribuita e i guadagni trasferiti all'estero, di nuovo da corrieri.

ATS/pon
Condividi