(©Ti-Press)

"Ancora troppe barriere"

Inclusione andicap ticino traccia un bilancio 2018 in chiaroscuro: molte sfide vinte, tante altre da affrontare

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il 2018 è stato un anno impegnativo per Inclusione andicap Ticino, chiamato ad operare su più fronti nella difesa dei diritti delle persone con disabilità. L'ente di pubblica utilità ha pubblicato venerdì il bilancio d'attività del 2018, dal quale emerge soprattutto l'attenzione prestata all'abbattimento delle barriere architettoniche, con la verifica di quasi 700 domande di costruzione.

 

Non solo, uno tra i traguardi più importante per il settore della formazione riguarda l'inaugurazione dello sportello "Alla stazione" di Bellinzona, dove gli apprendisti impiegati sono confrontati anche con una clientela internazionale.

"Molto è stato fatto, ma molto altro rimane ancora da fare", ha dichiarato ai microfoni della RSI Marzio Proietti, riferendosi in particolar modo all'abbattimento degli ostacoli per le persone con differenti abilità. Altra nota dolente riguarda il numero di mandati affidati all'istituzione, "ancora insufficienti per garantirci una certa stabilità economica", sottolinea il direttore dell'organizzazione. (Ascolta l'intervista integrale in apertura)

Per saperne di più:

-

bin
Condividi