Il valico stradale di Zenna (ti-press)

Arresti per droga al confine

Due svizzeri con 5 chilogrammi di hashish sono stati fermati dai finanziari di Luino al valico stradale di Zenna in provincia di Varese

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Due cittadini svizzeri residenti in Appenzello Esterno sono stati arrestati dai finanzieri di Luino, in Italia, con 5 chilogrammi di hashish. Si tratta di un uomo di 65 anni e della figlia di 40, fermati a bordo di un camper al valico stradale di Zenna in provincia di Varese mentre cercavano di entrare in Svizzera. I due dovranno rispondere di traffico internazionale di stupefacenti.

Ad insospettire i militari, riferiscono le autorità italiane, sono state le giustificazioni fornite dai due turisti che dalla zona rossa tornavano in Svizzera da un valico minore distante dalla loro destinazione finale. I segni di nervosismo mostrati di fronte alle prime domande di rito dei finanzieri, hanno indotto i militari ad approfondire l’ispezione doganale richiedendo alla Guardia di Finanza di Malpensa l’intervento di un’unità cinofila antidroga che stava dirigendosi al valico di Ponte Tresa per un servizio di routine.

Dopo aver smontato parte della struttura abitativa del camper è stata scoperta un’intercapedine di legno nascosta tra due pannelli di compensato, dove erano presenti 99 panetti di hashish divisi in 5 pacchi, per circa 5 chilogrammi confezionati con tanto di etichettatura e pronti per l’immissione sul mercato elvetico.

not/bleff
Condividi