Battezzato il Giruno Ticino

Il convoglio con stemma rossoblù è stato inaugurato dal presidente del GC Nicola Pini, dal direttore del DT Claudio Zali e da Roberta Cattaneo (FFS)

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Giruno Ticino è stato battezzato. All’evento odierno (sabato) erano presenti il presidente del Gran Consiglio Nicola Pini, il consigliere di Stato Claudio Zali, la direttrice FFS Regione Sud Roberta Cattaneo e due fortunati vincitori del concorso “diventa madrina/padrino del Giruno Ticino” organizzato dalle FFS.

“Sull’asse nord-sud i treni Giruno rappresentano la colonna portante del traffico ferroviario; rivestono inoltre un ruolo chiave nel garantire i collegamenti tra la Svizzera e l’Italia” scrivono le FFS in una nota.

Il nuovo convoglio supera i requisiti della legge federale sui disabili
Il nuovo convoglio supera i requisiti della legge federale sui disabili (RSI)

Il Giruno offre un totale di 810 posti a sedere in doppia trazione (405 posti in singola trazione) con una lunghezza massima di 400 metri. I treni sono dotati di un accesso a pianale ribassato per le diverse altezze dei binari in Svizzera, in Austria, in Italia e in Germania. Il convoglio, scrivono le FFS, supera i requisiti della legge sui disabili, contando circa il doppio dei posti a sedere e dei WC accessibili alle sedie a rotelle.

La flotta Giruno conta 29 convogli e il nome deriva da “girun”, che in romancio significa poiana. Il primo convoglio era stato battezzato "San Gottardo" nell'agosto 2019.

Trasporto su rotaia in lenta ripresa

Trasporto su rotaia in lenta ripresa

Il Quotidiano di sabato 12.06.2021

 
L'era del treno Giruno

L'era del treno Giruno

Il Quotidiano di giovedì 08.08.2019

 
dielle
Condividi