Scorte di sangue "in salute"

Il Quotidiano di mercoledì 20.10.2021

Buone scorte di sangue in Svizzera italiana

La campagna di sensibilizzazione svoltasi a Bellinzona ha avuto successo, tutti i gruppi sono coperti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le scorte di sangue nella Svizzera italiana godono di buona salute. A dirlo è il direttore operativo CRS della Svizzera italiana. Tutti i gruppi sono coperti, grazie alla generosità dei tanti donatori.

Tra lunedì e martedì presso il Palazzo delle Orsoline a Bellinzona si è svolta una campagna di raccolta che ha visto l’adesione di molte persone, tra membri di Governo e Parlamento e dipendenti dell'amministrazione cantonale a Bellinzona: 100 le sacche riempite, circa la metà provenienti da persone che per la prima volta hanno deciso di aderire alle giornate di sensibilizzazione. "Per noi", ha affermato Mauro Borri, "sarà ora importante mantenere i contatti con questi nuovi donatori".

I momenti di carenza possono sempre arrivare, ha continuato, sottolineando che i periodi più difficili sono agosto, durante le vacanze estive o prima di quelle di Natale, quando le persone o sono via o sono maggiormente impegnate.

I donatori di sangue devono rispettare tre requisiti: essere sani, pesare minino 50 chili ed essere maggiorenni. I gruppi di sangue maggiormente necessari e più comuni sono l’A positivo, lo zero positivo e lo zero negativo, donatore universale.  

Quotidiano/AlesS
Condividi