“Questa attività venatoria aggiuntiva alla tradizionale caccia settembrina è uno strumento indispensabile per la regolazione delle popolazioni”
“Questa attività venatoria aggiuntiva alla tradizionale caccia settembrina è uno strumento indispensabile per la regolazione delle popolazioni” (ti.ch)

Caccia tardo autunnale, il bilancio

In Ticino si è chiusa domenica: 530 cervi catturati (85% dell’obbiettivo) e 51 caprioli (93%) – Ancora in corso, fino al 23 gennaio, quella al cinghiale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dopo il bilancio sull’intera stagione venatoria 2021 grigionese diffuso ieri (vedi correlati), oggi il Canton Ticino ha comunicato il proprio resoconto della caccia tardo autunnale al cervo e al capriolo, che si è svolta tra sabato 20 novembre e la scorsa domenica 19 dicembre (14 giorni di caccia).

In tutto hanno partecipato 643 cacciatori, i quali avevano diritto alla cattura di giovani di cervo e di due femmine adulte a testa. Il contingente di cattura per il capriolo era invece fissato a due capi per cacciatore (giovani o femmine).

I piani d’abbattimento stilati prevedevano dei contingenti di cattura da raggiungere regionalmente. A livello cantonale le catture si attestano a 322 giovani di cervo e 208 femmine adulte di cervo, per un totale di 530 capi catturati (che rappresentano l’85% del contingente fissato). Le catture di capriolo si sono attestate a 51 capi (93%), rispetto all’obiettivo del piano di abbattimento di 55 capi.

È inoltre tuttora in corso la caccia invernale al cinghiale, che terminerà il 23 gennaio 2022.

In Ticino si è aperta la caccia alta

In Ticino si è aperta la caccia alta

Il Quotidiano di sabato 04.09.2021

 
dielle
Condividi