Immagine d'archivio (©Tipress)

Cannabis in farmacia? "Solo medica"

Le riflessioni del farmacista cantonale ticinese Gianmaria Zanini sulla proposta di vendere canapa ad uso ricreativo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Vendere nelle farmacie non solo la canapa per uso medico, ma anche quella a scopo ricreativo... Lo propone l’Associazione dei farmacisti di Zurigo. Un'idea simile potrebbe fare breccia anche in Ticino? Le Cronache della Svizzera Italiana lo hanno chiesto al farmacista cantonale Gianmaria Zanini.

“In Ticino questa richiesta finora non è stata avanzata. – ha risposto Zanini - Conoscendo i miei colleghi penso anche che oggi la preoccupazione principale è risolvere il problema legato alla canapa ad uso medico. Il posto ideale e giusto per vendere e acquistare questi prodotti è sicuramente la farmacia, mentre per la canapa a scopo ricreativo sarebbe un cambiamento radicale”.

Da alcuni mesi il Consiglio federale sta discutendo la possibilità di allentare le condizioni, oggi molto rigorose, necessarie per poter accedere a questo tipo di prodotto. La discussione entrerà nel vivo nei prossimi giorni quando l'Ufficio federale della sanità pubblica sonderà le possibili soluzioni con una delegazione dei Cantoni.

Canapa ricreativa, non in farmacia

Canapa ricreativa, non in farmacia

Il Quotidiano di sabato 12.01.2019

 

“Oggi se un medico vuole prescrivere canapa a un suo paziente per un determinato problema deve fare una richiesta di autorizzazione alla Confederazione. Chiaramente prevede dei tempi, che raramente sono compatibili con le esigenze del paziente. – chiosa Zanini – Si vuole quindi agevolare un po' la procedura per permettere a chi soffre di accedere prima al prodotto”.

In Ticino, i pazienti che mediamente fanno uso di questi medicamenti, usati per esempio per sedare i dolori legati alla sclerosi multipla o a certi tipi di tumori, sono circa una trentina. Un mercato ancora piccolo, che potrebbe ampliarsi se a Berna si decidesse un allentamento.

Comprare la canapa in farmacia?

Comprare la canapa in farmacia?

TG 20 di venerdì 11.01.2019

 

“Diminuire le barriere di accesso al prodotto avrà come conseguenza il fatto che più pazienti potranno accedere più facilmente al prodotto. – precisa Zanini – In qualche modo il mercato si allargherà. Non riesco però a immaginare che diventi molto grande”.

Anche perché attualmente i pazienti che usano la canapa come medicamento sono approvvigionati da farmacie della Svizzera interna, condizione che, come specifica Zanini, potrebbe quindi cambiare. “Se cadrà l’autorizzazione federale – conclude Zanini – la soluzione sarà verosimilmente trattare la canapa medica come oggi vengono trattate la morfina o altri stupefacenti utilizzati in medicina. Qualsiasi medico la potrà prescrivere con un controllo molto stretto a livello di entrate e uscite nelle farmacie, notifica dei movimenti al farmacista cantonale come avviene con gli oppiacei e altri prodotti”.   

Condividi