Lo scalo di Lugano-Agno sullo sfondo
Lo scalo di Lugano-Agno sullo sfondo (© Tipress)

Cinque cordate per lo scalo

Diverse società, anche estere, si sono fatte avanti per investire nel futuro dell’aeroporto di Lugano-Agno

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sarebbero cinque i gruppi di privati interessati ad investire con la città nel futuro dell’aeroporto di Lugano-Agno. Lo scrive il Corriere del Ticino, che nell’edizione di lunedì parla di una società britannica, una lussemburghese, la francese Aéroports del la Côte d’Azur, un gruppo bergamasco e la locale cordata che raggruppa  imprenditori già attivi allo scalo e guidata da Enrico Meneghetti. Quest’ultima – di cui fanno parte anche Silvio Tarchini e Dario Kessel e che conta sulla consulenza politica dell’ex sindaco Giorgio Giudici – propone un investimento immobiliare per riorganizzare gli spazi e potenziare soprattutto il traffico di velivoli privati.

Il concorso per la scelta dei partner privati con cui sviluppare e rafforzare lo scalo verrà ufficialmente aperto dal Municipio di Lugano nei prossimi mesi.

ludoC

Condividi