Sono più di 600 i militi ticinesi impegnati a Davos
Sono più di 600 i militi ticinesi impegnati a Davos (keystone)

Droga e uno sparo al WEF

Consumo di cannabis e cocaina tra i soldati ticinesi - Inchiesta militare sullo sparo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Consumo di droga e uno sparo, probabilmente accidentale, sono venuti a galla tra gli oltre 600 soldati ticinesi impegnati al Forum economico mondiale (WEF) di Davos.

Un controllo stupefacenti effettuato martedì, riferisce il Corriere del Ticino, ha rivelato che 12 militi avevano consumato marijuana e 5 di questi erano positivi anche alla cocaina. Successivi controlli hanno permesso di individuare un soldato in possesso di 3 grammi di polvere bianca. Quest'ultimo è stato rinviato immediatamente a casa e dovrà fare i conti con la giustizia civile. Anche i consumatori di cocaina hanno fatto ritorno alle loro abitazioni e saranno puniti in seguito. Sanzioni disciplinari durante il servizio invece per coloro che hanno fumato spinelli.

Nella serata di martedì, inoltre, è stato sparato un proiettile e un'inchiesta militare dovrà stabilire se si sia trattato di un errore. Il colpo ha provocato problemi all'udito di un soldato, poi ricoverato in stato di choc, a fianco di quello che aveva sparato.

sf/ATS

Dal Quotidiano:

Militari ticinesi positivi agli stupefacenti

Militari ticinesi positivi agli stupefacenti

Il Quotidiano di venerdì 22.01.2016

Condividi