EFG, si temono nuovi licenziamenti

Il Quotidiano di martedì 10.12.2019

EFG, prolungato il piano sociale

La banca ha esteso la durata della misure a sostegno dei dipendenti licenziati dopo l'acquisizione della BSI

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La banca EFG ha prolungato unilateralmente il piano sociale per i dipendenti che perderanno il posto in seguito all'acquisizione della BSI. La conferma è giunta alla RSI da parte dello stesso istituto in seno al quale, in questo periodo, regna un certo timore. Ad alimentarlo vi sono le voci riguardanti il possibile acquisto da parte della Julius Bär, la vendita dello stabile Botta al cantone e possibili nuovi licenziamenti. A temere la soppressione di impieghi è anche l'associazione degli impiegati di banca sollecitata ad intervenire da numerosi dipendenti attivi a Lugano.

La decisione di EFG di prolungare il piano sociale, se da un lato in qualche modo rassicura chi temeva di perdere il lavoro senza la possibilità di beneficiare di aiuti, viene letta come la conferma che la riduzione di persone andrà avanti anche nel 2020. A metà novembre vi erano stati alcuni licenziamenti, che rientrano nel totale annunciato con l'integrazione di BSI, quando si era parlato della riduzione di 450 posti a livello mondiale entro il 2019.

Diem/Quot
Condividi