Via libera al credito per l'organizzazione di un concorso di architettura (archivio tipress)

Ex Macello, niente autogestione

Il Consiglio comunale di Lugano approva il messaggio municipale con 36 voti favorevoli, 11 contrari e 5 astensioni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Consiglio comunale di Lugano ha accolto lunedì sera, dopo animate discussioni, il messaggio municipale per un credito di 450'000 franchi da destinare all’organizzazione di un concorso di architettura volto al recupero e alla valorizzazione del comparto dell’ex Macello di Lugano.

Il via libera del Legislativo è arrivato con 36 voti favorevoli, 11 contrari e 5 astenuti.

Il Municipio ha già comunicato che dopo l’approvazione del Consiglio comunale verrà data la disdetta agli occupanti autogestiti. Ci saranno comunque ancora alcuni anni, a detta dell'Esecutivo, per concordare anche assieme al cantone una soluzione alternativa per ospitare l’autogestione.

Nuova vita alla Masseria

Il Legislativo cittadino lunedì sera ha puro dato il via libera all’unanimità alla sistemazione dell’area della Masseria di Cornaredo (a Porza), in disuso dal 1989, approvando anche il credito per il restauro del vecchio torchio.

Il progetto, per il quale è stato concesso il diritto di superficie, prevede la creazione della mensa sociale (gestita dalla fondazione Francesco di fra Martino Dotta) che andrà a sostituire la Casetta Gialla vicino alla Resega. Nel complesso troveranno spazio anche un ristorante e una struttura ricettiva con dieci stanze.

L’investimento è di circa 7,5 milioni. Saranno raccolti dalla fondazione con l’aiuto del Rotary Club Lugano lago.

CSI/ARi

Ex Macello, via libera del Legislativo

Ex Macello, via libera del Legislativo

TG 12:30 di martedì 14.05.2019

Condividi