Frontalieri, "accordo entro fine anno"

L’obiettivo della Confederazione, ha rivelato il consigliere federale Ignazio Cassis, è di firmare il testo sulla fiscalità dei lavoratori italiani entro fine 2020: “Concreti passi avanti”

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il nuovo accordo con l’Italia sulla fiscalità dei frontalieri potrebbe essere firmato entro fine dell’anno, questo almeno è l’obbiettivo della Confederazione. A dirlo è stato il consigliere federale e capo del Dipartimento federale affari esteri Ignazio Cassis, che oggi a Bellinzona ha incontrato il Consiglio di Stato ticinese e una delegazione di quello grigionese.

Negli scorsi giorni, ha spiegato Cassis, a Roma c’è stato un incontro tra autorità svizzere e italiane e “sembra che si sia stato raggiunto un accordo di principio sulle modifiche da apportare al testo così da poterlo ratificare”. È un passo concreto, “a cui non assistevamo da tempo”, ha aggiunto il consigliere federale.

La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga incontrerà a breve il premier italiano Giuseppe Conte e discuterà anche dell’accordo in questione, che – lo ricordiamo – è stato parafato da Berna e Roma già nel 2015 ma non è mai stato firmato dal Governo italiano.

 
 
 
ludoC
Condividi