Guardare più in avanti negli anni
Guardare più in avanti negli anni (©Ti-Press)

Gli anziani amano il Locarnese

L’Ustat pubblica un'indagine sull’invecchiamento della popolazione; zoom sui comuni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È noto a tutti che la popolazione, anche quella ticinese, invecchia sempre più. Per meglio capire la situazione sul territorio e per fornire alle autorità strumenti attraverso i quali poter pianificare eventuali strategie, l’Ufficio di statistica ha pubblicato una seconda indagine sul tema, incentrandola sulla realtà dei comuni.

Comuni e anziani (clicca sull'immagine per ingrandirla)
Comuni e anziani (clicca sull'immagine per ingrandirla) (Ustat)

Spulciando i dati emerge che su 135 comuni esistenti a fine 2012, ben 111 mostrano un aumento sia del numero degli anziani, sia della loro quota sul totale della popolazione. Dalle tabelle, inoltre, si scopre che le realtà con i tassi più elevati di ultrasessantacinquenni si trovano nelle valli del Sopraceneri. Nel Locarnese, ad esempio, vi è la densità maggiore con un indice elevato e, contrariamente a quanto si osservava nel resto del cantone, anche i comuni della sua area urbana presentano percentuali rilevanti di persone in avanti con gli anni. Si tratta di Brione sopra Minusio, Orselina, Muralto, Ascona, Ronco sopra Ascona e Brissago

Anziani e giovani (clicca sull'immagine per ingrandirla)
Anziani e giovani (clicca sull'immagine per ingrandirla) (Ustat)

Non solo, ancora una volta è il nord del Ticino e le valli a ovest del Locarnese a caratterizzarsi per un numero elevato di rappresentanti della terza età, in confronto ai giovani. Tra le curiosità emergono Vergeletto e Corippo, che non sono stati attribuiti ad un gruppo ben preciso poiché al momento del rilevamento non potevano vantare neppure un giovane con meno di 15 anni.

bin

Per saperne di più

I dati completi dell'analisi

Condividi