Nelle regioni più colpite sarà anche aumentata la frequenza dei test nelle scuole (Keystone)

Grigioni, torna la mascherina a scuola

L'obbligo sarà introdotto dalla terza elementare da martedì per rallentare la diffusione del coronavirus

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L’obbligo di indossare le mascherine nelle scuole grigionesi sarà reintrodotto da domani, martedì 23 novembre, fino almeno alle vacanze di Natale dalla terza elementare fino al grado superiore compreso.

Le autorità retiche hanno deciso di reintrodurre l’obbligo visto l’alto numero di contagi da coronavirus registrati nelle ultime settimane nelle fasce più giovani della popolazione, con circa un terzo dei casi che hanno interessato persone fino ai 20 anni.

 

Nelle regioni più colpite, Imboden (Domat/Ems), Landquart e Plessur (Coira), i test nelle scuole saranno inoltre effettuati due volte alla settimana. Le analisi hanno mostrato un chiaro aumento dei casi dopo le vacanze autunnali.

Il numero di contagi resta alto

NOT 11.00 del 22.11.21: le spiegazioni di Martin Bühler
NOT 11.00 del 22.11.21: le spiegazioni di Martin Bühler

Resta intanto elevato il numero di nuovi contagi registrati nel cantone. Lunedì ne vengono segnalati 151, in calo rispetto agli scorsi giorni ma ancora ai livelli più alti registrati dall'inizio della pandemia. Continua a crescere anche il numero di casi attivi nel cantone, con 1'720 persone in isolamento, mentre 1'415 sono in quarantena. Nelle ultime due settimane sono state registrate oltre 2'200 positività. L'incidenza a 14 giorni ha pertanto superato i 1'100 casi per 100'000 abitanti.

 

Negli ospedali si è registrato un leggero calo dei pazienti, che restano però ai livelli più lati registrati dall’inizio dell’anno. In totale sono 34 le persone ricoverate a causa del coronavirus, tre in meno di ieri. Quattro restano ricoverate in cure intense, tre delle quali sono sottoposte a respirazione artificiale.

 

Non si è registrato nessun nuovo decesso legato al Covid-19, con il bilancio stabile a 205 morti dall'inizio della pandemia.

 
sf
Condividi