Un rendering del futuro edificio che ospiterà l'IRB, lo IOR e i laboratori del Neurocentro
Un rendering del futuro edificio che ospiterà l'IRB, lo IOR e i laboratori del Neurocentro

IRB, domanda di costruzione

La Fondazione di Bellinzona ha depositato la richiesta per realizzare la nuova sede di Biomedicina

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Fondazione per l'Istituto di ricerca in biomedicina di Bellinzona (IRB, USI Università della Svizzera italiana), ha depositato oggi (venerdì) la domanda di costruzione per la realizzazione della nuova sede su una superficie di 6'000 metri quadri nell'area dell'ex campo militare. Il terreno è stato concesso in diritto di superficie gratuito dalla città di Bellinzona per una durata di 50 anni.

L'edificio, progettato dal team guidato dall'architetto Aurelio Galfetti (che aveva vinto il concorso di progettazione con il progetto "Nel Parco"), si compone di tre piani più un piano interrato e costerà 44 milioni di franchi.

Nella nuova sede troveranno posto posto l'IRB, affiliato all'USI dal 2010, l'Istituto oncologico di ricerca (IOR), anch'esso affiliato all'USI da gennaio del prossimo anno, e i laboratori di ricerca del Neurocentro della Svizzera Italiana (EOC), con l'obbiettivo di favorire le sinergie tra i tre istituti.

Red.MM/M.Ang.

Dal Quotidiano:

Ricerca in biomedicina, nuova sede

Ricerca in biomedicina, nuova sede

Il Quotidiano di venerdì 09.12.2016

 

 

Condividi