Laura Riget e Fabrizio Sirica
Laura Riget e Fabrizio Sirica (©Ti-Press/Elia Bianchi)

Il PS si affida a Riget-Sirica

Il congresso di Massagno ha scelto di affidare il dopo Righini al tandem dei giovani granconsiglieri

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I nuovi presidenti del Partito socialista ticinese sono due giovani (54 anni in due), una donna e un uomo, entrambi profilati, entrambi parlamentari e già candidati al Consiglio di Stato. I loro nomi: Laura Riget e Fabrizio Sirica.

 

Il congresso tenutosi domenica in un affollato cinema Lux di Massagno ha preferito il loro ticket all'altro in lizza: quello formato da Simona Buri e Evaristo Roncelli. Il risultato della votazione è stato chiaro: Riget-Sirica hanno ottenuto 157 voti. Uno in più del doppio di quelli (78) andati al tandem Buri-Roncelli.

 

Accomiatandosi dalla presidenza, alla quale ha deciso di non ricandidarsi dopo un quadriennio, Igor Righini ha tracciato un bilancio in gran parte positivo dell'esperienza. Vi sono state sconfitte e conferme, ma anche la conquista di uno storico seggio al Consiglio degli Stati con Marina Carobbio.

 

Un risultato ottenuto grazie all'unità di tutto il fronte rosso-verde che ha anche portato a Berna Greta Gysin. Un'unità che Igor Righini si è augurato possa trovare conferma anche in futuro. "Uniamoci" ha spesso detto il presidente uscente nel suo discorso di commiato. Lo ha concluso con una parola sovente ripetuta: "insieme". Alla fine l'ha pronunciata con la voce rotta dall'emozione e le lacrime agli occhi.

Nato il PS Ticino

Nel corso del congresso di Massagno è stata adottata anche una riforma statutaria che, tra le altre cose, ha riformulato l'articolo riguardante i limiti alle ricandidature e cambiato il nome ufficiale. Il "Partito Socialista, sezione ticinese del PSS" ha così lasciato posto al PS Ticino.

Il partito si separa dal segretario politico

Il congresso ha visto anche il PS accomiatarsi dal responsabile della comunicazione David Marín che, come previsto, rinuncia all'incarico in contemporanea con il presidente Igor Righini, ma pure dal segretario politico Carmelo Díaz del Moral dal quale, si è appreso con sorpresa in sala, la direzione ha deciso di separarsi dopo sei anni.

 

PS, svolta generazionale

PS, svolta generazionale

Il Quotidiano di lunedì 17.02.2020

 
Diem/CSI/Quot
Condividi