La Sapientia di IPUS
La Sapientia di IPUS (Tipress)

In aula per la IPUS

Si aprirà il 30 ottobre il processo ai due responsabili della scuola privata di Chiasso per la truffa a centinaia di studenti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Si aprirà alla fine del prossimo mese il processo contro i responsabili della IPUS, la scuola privata di alta formazione che aveva sede a Chiasso. Il dibattimento, della durata prevista di tre giorni, inizierà il 30 ottobre. A presiedere la Corte sarà il giudice Marco Villa.

Alle Assise Criminali la coppia dovrà rispondere di numerose accuse, a cominciare da quella di ripetuta truffa qualificata. I due avrebbero raggirato centinaia di ragazzi, ai quali – secondo la procuratrice Raffaella Rigamonti – avevano promesso una laurea che in realtà non potevano garantire. I millantati accordi con gli atenei in Albania, Romania e Slovenia non erano infatti ancora stati raggiunti.

Solo per la IPUS (fallita nel settembre del 2017) il buco sfiora il milione di franchi. A tanto ammontano cioè i soldi delle rette prelevati dalle casse dell’istituto, per spese che gli imputati non hanno saputo giustificare. Entrambi respingono però ogni addebito.

Francesco Lepori

Condividi