Le fiamme verso il Ticino

Il fumo causato dagli incendi in Valle Vigezzo ha già superato il confine - Dogana di Camedo chiusa

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Continuano a bruciare i boschi della Valle Vigezzo, con conseguenze che interessano tutta la regione a cavallo del confine tra Svizzera e Italia.

 

La dogana di Camedo è rimasta chiusa giovedì mattina a causa degli incendi, che le autorità italiane sospettano di origine dolosa, provocando disagi alle centinaia di frontalieri che attraversano il valico ogni giorno.

Circolano invece regolarmente i treni della Centovallina tra Locarno e Domodossola. Le fiamme, per il momento, non hanno superato il confine come temuto, ma il denso fumo provocato dal rogo ha invece già raggiunto le Centovalli così come la regione lungo il lago.

 

Per domare le fiamme, giovedì mattina sono entrati in azione due elicotteri e due canadair, che si riforniscono di acqua sul lato svizzero del Lago Maggiore, come previsto in situazioni di emrgenza. Il vento non permette infatti ai velivoli di approvigionarsi nella loro zona abituale, vicino a Cannobio.

 

I pompieri di Locarno sono in stretto contatto con i colleghi d'oltre confine e pronti a intervenire in caso l'incendio dovesse raggiungere il territorio ticinese spinto dal forte vento. I roghi sono tre in totale, uno dei quali sarebbe quasi domato, mentre dei due ancora attivi uno potrebbe toccare i bagni di Craveggia in Alta Onsernone.

sf

Dal TG12.30:

Chiusa la dogana di Camedo

Chiusa la dogana di Camedo

Altri Programmi di giovedì 04.02.2016

Condividi