L'idroelettrico in capanna

In Leventina, alla storica capanna Campo Tencia, sono in corso i lavori per installare una turbina ad acqua che fornirà energia alla struttura e all'Alpe Crozlina - Il reportage

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Anche se decisa in tempi non sospetti, la sua realizzazione cade “a pennello”, vista la crisi energetica che stiamo vivendo. Stiamo parlando della turbina idroelettrica che è in fase di realizzazione alla Capanna Campo Tencia, la prima del Ticino, situata in Leventina in cima alla Val Piumogna a 2139 metri di quota. Un impianto idroelettrico vero e proprio che rifornirà di energia non solo la struttura ricettiva, ma anche l’Alpe Crozlina più in basso, di proprietà del patriziato di Gribbio.

Al Campo Tencia arriva la turbina

Al Campo Tencia arriva la turbina

Il Quotidiano di martedì 04.10.2022

 

Con la messa in funzione la prossima stagione, e anche grazie a un nuovo impianto fotovoltaico, si potranno così risparmiare fino a 900 litri di gasolio, utilizzati finora annualmente per alimentare il vecchio generatore. Una strategia verde da parte del CAS Ticino che “discende” da quella del CAS centrale che, a livello svizzero, dopo aver inventariato tutte le proprie capanne, ha deciso di intervenire andando ad eliminare gradualmente tutte le fonti di energia prodotte con combustibili fossili.

Non solo, fuori dalla capanna sono in corso i lavori per installare pure un impianto di smaltimento delle acque luride a tecnologia SDR, che è un po' l'ultimo stato della tecnica che si applica a questa quota e che è già sperimentato e messo in funzione alla capanna Michela Motterascio, in Val di Blenio, due anni fa.

L’investimento non è da poco: “Tra impianto idroelettrico, pannelli e sistema di depurazione delle acque siamo intorno ai 400'000 franchi, finanziati al 60% dal CAS e per il restante con contributi e sussidi, come quelli dello Sport-toto” ci spiega Richard Knupfer, responsabile capanne per il CAS Ticino, direttamente sul posto mentre svolgeva un sopralluogo con altri tecnici.

Dopo la Michela Motterascio due anni fa e la Campo Tencia ora, lavori simili sono previsti nell’immediato futuro anche alla capanna Cristallina, a cavallo tra val Bedretto e val Bavona: “Anche qui verrà installato un impianto di smaltimento delle acque luride, mentre a livello energetico la capanna non richiede interventi in quanto riceve già l’energia da fonti idroelettriche, dal vicino lago Sfundau che fa parte dell’impianto di Robiei”.

Guarda il reportage in testa all'articolo

Manca l'acqua in capanna

Manca l'acqua in capanna

TG 20 di lunedì 18.07.2022

 
Dario Lanfranconi
Condividi