L'ex Caserma di Losone
L'ex Caserma di Losone (rsi/ari)

Losone: confermato l’arresto

Il richiedente l’asilo accusato di stupro rimarrà in carcere almeno fino alla metà di dicembre. Nessuna traccia degli asseriti testimoni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Rimarrà dietro le sbarre almeno fino alla metà di dicembre il 22enne eritreo arrestato lunedì con l’accusa d’aver violentato un’altra ospite del Centro per richiedenti l’asilo di Losone. Lo ha deciso oggi il giudice dei provvedimenti coercitivi Ursula Züblin, accogliendo l’istanza di carcerazione inoltrata dal procuratore pubblico Nicola Respini.

Lo stupro, preceduto dal tentativo (fallito) di compiere abusi di altro genere, si sarebbe consumato in una delle camere dell’ex-caserma. Il 22enne avrebbe portato la connazionale nella stanza con la forza; cosa confermata dai lividi lasciati sulle braccia della donna.

Lui nega, parlando invece di rapporto consenziente. Sostiene inoltre che alcune persone li avrebbero visti entrare e uscire dalla camera. L’asserita presenza di testimoni non ha però, almeno finora, trovato riscontro.

Francesco Lepori

 

Condividi