All'ospedale Civico di Lugano scarseggiano le riserve
All'ospedale Civico di Lugano scarseggiano le riserve (RSI)

Mancano donatori di sangue

Zecche e zanzare acuiscono la necessità di trasfusioni negli ospedali della Svizzera italiana

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La carenza di sangue nei nosocomi torna puntualmente con l’estate, ma quest’anno è aggravata dal proliferare di zecche e di alcuni tipi di zanzare. "Stiamo riscontrando delle difficoltà nell’approvvigionamento", ci ha confermato il direttore del servizio trasfusionale della Svizzera italiana, Mauro Borri.

Chi è stato punto da una zecca o da altri insetti, infatti, non può donare il sangue per almeno un mese. "Abbiamo dovuto dire di no a 140 volontari solo negli ultimi mesi", specifica il direttore. Il caldo di questi giorni, inoltre, non invoglia i donatori e il servizio di prelievi esterni è quasi fermo visto che le scuole sono chiuse.

L’urgenza tocca soprattutto i gruppi "zero" e "A", ovvero i più comuni, ci spiega Marusca Bossalini, del servizio donatori di sangue. Questo però non vuol dire che non servano anche gli altri. Per donare occorre essere maggiorenni, pesare almeno 50 kg ed essere in buona salute.

Donare il sangue anche d'estate

Donare il sangue anche d'estate

Il Quotidiano di mercoledì 08.08.2018

 
Quot/sulma
Condividi