Meno zone fumatori per gli ospedali Civico e Italiano a Lugano (archivio Tipress)

Meno fumo negli ospedali luganesi

Introdotte nuove limitazioni degli spazi fumatori e avviato un progetto di informazione e sensibilizzazione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Verso un Ospedale regionale di Lugano senza fumo: chi si è recato nelle ultime settimane all’Ospedale Civico ha certamente notato che all’entrata principale non si forma più il capannello di fumatori che un tempo sostavano presso la porta girevole. Inoltre, arrivando dall’autosilo è segnalato chiaramente il limite oltre il quale non è più consentito fumare.

Queste disposizioni molto visibili – applicate anche all’Ospedale Italiano – sono accompagnate da una serie di altre misure terapeutiche per la sensibilizzazione dei pazienti fumatori sui benefici derivanti dalla cessazione dell’uso del tabacco e dei suoi prodotti.

L’impegno assunto in questo campo ha permesso all’Ospedale regionale di Lugano (ORL) – unico in Ticino – di ottenere la certificazione della Global Network for Tobacco Free Healthcare Services (GNTH), l’organismo internazionale indipendente attivo nella sensibilizzazione sul consumo di tabacco e dei suoi prodotti all’interno delle strutture sanitarie.

Swing/CSI

Condividi