I comignoli inizieranno presto a fumare (Tipress)

Meno gradi in casa, ma senza finire in tribunale

I timori dei locatori e degli inquilini in vista di un inverno che potrebbe riscaldare gli animi e svuotare le tasche

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Siamo solo al capitolo delle raccomandazioni, ma sta già calando il gelo. I 19 gradi nelle abitazioni, suggeriti da Berna in ottica di risparmio energetico, stanno già facendo correre più di un brivido lungo la schiena dei proprietari che affittano casa.

Soprattutto perché si tratta di raccomandazioni e nulla più. Il rischio è che si arrivi presto a conflitti di tipo legale. I proprietari, come spiega alla RSI Renata Galfetti, segretaria generale della Camera ticinese di economia fondiaria, sono preoccupati: "Per prevenire delle procedure i proprietari vorrebbero che il Consiglio federale stabilisca nell'ordinanza degli elementi che escludano a priori una procedura per difetto". Procedura che potrebbe risultare più difficile in Ticino, dove una sentenza del Tribunale d’appello aveva stabilito la soglia del "danno agli inquilini", addirittura inferiore, ossia al di sotto dei 18 gradi. Per pochi gradi ci si muove comunque sul filo del contenzioso legale e alcune situazioni potrebbero diventare critiche.

Uno scenario che nessuno auspica. "Tutto dipende da chi abita la casa. I 19 gradi potrebbero non creare problemi ai giovani, mentre una persona anziana e sedentaria potrebbe far fatica" dice Adriano Venuti, presidente dell'associazione degli inquilini. Poi c'è l'aspetto dei costi e, secondo l'associazione, sarebbe importante, visti i rincari delle bollette, agire con anticipo. Per esempio aumentando leggermente le somme degli acconti per evitare di trovarsi con conguagli astronomici.

D'altra parte gli stessi inquilini potrebbero battere cassa, chiedendo di essere indennizzati per la bassa temperatura. Secondo una sentenza del Tribunale federale, citata in un servizio della SonntagsZeitung, un appartamento dovrebbe essere riscaldato ad almeno 20-21 gradi, per evitare pretese di indennizzo.

QUOT/Spi
Condividi