Herbert Winter (keystone)

"Non meritava la promozione"

Il presidente della Federazione delle comunità israelite non è soddisfatto dall'incontro con le autorità ticinesi sul caso dell'agente promosso

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

“Non sono soddisfatto dell'esito di questo incontro”, dichiara Herbert Winter presidente della Federazione delle comunità israelite, pur riconoscendo un passo avanti, dopo il confronto svoltosi nelle scorse settimane con il capo del Dipartimento istituzioni, Norman Gobbi.

 

“Penso che questo poliziotto - che ora è un sottoufficiale - non meritasse la promozione e ritengo problematico il fatto che sia ancora al suo posto” ha aggiunto Winter, che ritiene che i provvedimenti presi nei confronti dell’agente, condannato per i suoi commenti razzisti nel 2016, siano stati insufficienti.

L’auspicio del presidente delle comunità israelite è che in futuro chi dovesse esprimere opinioni razziste “non possa venir promosso e non debba neppur far parte della polizia”. Il caso è divenuto oggetto anche di alcune interrogazioni parlamentari e suscitato critiche da parte della Commissione federale contro il razzismo.

Comunità ebraiche soddisfatte a metà

Comunità ebraiche soddisfatte a metà

Il Quotidiano di giovedì 27.09.2018

 
CSI/YR
Condividi