Le pattuglie miste saranno impiegate nell'ambito della lotta alla migrazione illegale
Le pattuglie miste saranno impiegate nell'ambito della lotta alla migrazione illegale (UDSC)

Pattuglie miste anche nel Locarnese

Il servizio congiunto tra guardie di confine e agenti della Polizia di Stato italiana è partito, mercoledì, nell'ambito della lotta contro la migrazione illegale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La lotta contro la migrazione illegale passa dalle pattuglie miste, da mercoledì anche nel Locarnese e nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola. Il servizio congiunto tra guardie di confine e agenti della polizia di Stato italiana sarà impiegato nel traffico stradale e ferroviario. Lo ha fatto sapere giovedì l'Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini (UDSC).

Le cosiddette pattuglie miste sono da tempo già operative nelle province di Varese e Como, a seguito dell'Accordo sulla cooperazione di polizia e doganale tra le autorità elvetiche e italiane entrato in vigore il primo novembre 2016.

Nell'ambito del servizio congiunto, gli agenti di uno dei due Paesi forniscono supporto a quelli dell'altro. Non avranno un ruolo operativo, ma compiti di osservazione, assistenza e informazione.

Lungo il confine arrivano le pattuglie miste

Lungo il confine arrivano le pattuglie miste

Il Quotidiano di lunedì 11.02.2019

 
Pa.St.
Condividi