Andrea Pagani
Andrea Pagani (tipress)

Pensioni CdS, “nessun abuso”

Il procuratore generale ticinese Andrea Pagani non ha rilevato abuso di autorità nel riscatto di misure di previdenza da parte di alcuni membri del Governo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un altro non luogo a procedere in relazione al caso delle pensioni del Consiglio di Stato ticinese. Dopo quello dello scorso febbraio sul versamento agli ex consiglieri di Stato del supplemento sostitutivo AVS/AI prima del raggiungimento dei 58 anni di età, il procuratore generale ticinese Andrea Pagani non ha infatti rilevato gli elementi penali per configurare il reato di abuso di autorità neppure in relazione al riscatto di misure di previdenza da parte di alcuni membri del Consiglio di Stato. Lo scrive in un comunicato il Ministero Pubblico.

Pensioni dei ministri sotto attacco

Pensioni dei ministri sotto attacco

Il Quotidiano di martedì 12.02.2019

 

“In concreto, sulla scorta di un attento esame degli atti all'incarto, delle procedure e del materiale legislativo sviluppatisi negli anni, è stato stabilito che non risultano adempiuti gli elementi costitutivi del reato ipotizzato” si legge nella nota.

dielle
Condividi