Vitta e Berset, durante la visita del consigliere federale in Ticino alcuni giorni fa (keystone)

"Per il Ticino si cerca una soluzione"

"Non c'è dubbio che al momento non sia in regola, ma ci stiamo lavorando", ha detto il consigliere federale Alain Berset. Il Governo ticinese: "Le misure restano in vigore"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'ipotesi di una "finestra di crisi" per la gestione dell'emergenza coronavirus in Ticino, dove la curva dell'epidemia è più avanzata e il bilancio più pesante che nel resto della Svizzera, non si è ancora concretizzata ma il Consiglio federale ci sta lavorando e per ora non sembra voler obbligare Bellinzona a fare marcia indietro.

 

"Sappiamo che in Ticino la situazione è particolarmente difficile, il cantone si sta battendo al fronte contro la diffusione dell’epidemia e ha adottato decisioni che vanno oltre quello che prevede l’ordinanza del Governo" (il divieto per gli over 65 di fare la spesa e la chiusura di industrie e cantieri), ha detto Alain Berset mercoledì pomeriggio in conferenza stampa a Berna. "Siamo in stretto contatto con le autorità cantonali e stiamo lavorando per cercare una soluzione", ha aggiunto.

Il Ticino sfida Berna

Il Ticino sfida Berna

TG 20 di lunedì 23.03.2020

 

Una posizione più possibilista di quella dell'amministrazione, ha fatto notare un giornalista, e il ministro dell'interno ha risposto che “non si sono dubbi che il Ticino non sia in regola”, come riferito due giorni fa dal direttore dell’Ufficio federale di giustizia Martin Dumermuth. Tuttavia, è una questione di ruolo: un funzionario non poteva che rispondere così, fornendo un'interpretazione giuridica, mentre il compito del politico è quello di trovare una soluzione che non potrà essere ad hoc solo al Ticino, ma modulabile su tutto il territorio nazionale.

"Fiduciosi che il Governo ci comprenda"

Il presidente del Governo ticinese, Christian Vitta, si legge in un comunicato, è nel frattempo stato informato dalla presidente della Confederazione "che il Consiglio federale non ha ancora preso  una posizione definitiva in merito alle misure attualmente in vigore in Ticino per regolare le attività economiche". "Il Governo cantonale  - continua il comunicato - saluta positivamente la volontà del Consiglio federale, comunicata oggi in conferenza stampa dal Consigliere federale Alain Berset, di trovare una soluzione concordata con il nostro Cantone che tenga debitamente in considerazione la situazione eccezionale, particolarmente critica e attualmente senza eguali del Ticino all’interno del contesto generale del nostro Paese. Una situazione, questa, dovuta all’avanzamento precoce dell’ondata epidemica in Ticino rispetto al resto della Confederazione"

Le misure intraprese, sottolinea nel frattempo l'Esecutivo ticinese, rimangono in vigore.

Il Ticino resta nell'illegalità

Il Ticino resta nell'illegalità

Il Quotidiano di mercoledì 25.03.2020

Le misure restano in vigore

Le misure restano in vigore

Il Quotidiano di mercoledì 25.03.2020

 
 
pon
Condividi