Le immagini simbolo di quanto capitato a Bellinzona: ambulanza in difficoltà

Le immagini simbolo di quanto capitato a Bellinzona: ambulanza in difficoltà

Piano antineve da rivedere

Il Municipio di Bellinzona si scusa e annuncia correttivi in caso di nevicate eccezionali

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La scorsa settimana a Bellinzona qualcosa nella gestione della nevicata che ha messo in crisi viabilità e pedoni non ha funzionato tant'è che in futuro saranno adottati dei correttivi per affrontare eventi eccezionali. Lo ha reso noto il Municipio della capitale che martedì ha incontrato i media per spiegare quanto emerso dall'analisi dell'evento avviata dopo le critiche fioccate all'indirizzo della città.

Via Varrone una settimana dopo la nevicata
Via Varrone una settimana dopo la nevicata (Giorgio Longinotti )

Il sindaco Mario Branda, il vice Andrea Bersani e municipale Christian Paglia si sono scusati con la popolazione per gli oggettivi disagi provocati da una nevicata, è stato ribadito, "eccezionale".

Neve, ghiaccio e freddo a Bellinzona hanno anche costretto l'OTR ad annullare il mercatino di Natale a Castelgrande del 21 dicembre
Neve, ghiaccio e freddo a Bellinzona hanno anche costretto l'OTR ad annullare il mercatino di Natale a Castelgrande del 21 dicembre (Bellinzonese e Alto Ticino Turismo)

Eccezionale per quantità di neve (30 centimetri) e evento meteorologico (pioggia gelida sulla neve compatta) che hanno creato uno spesso strato di ghiaccio non ancora del tutto eliminato. E ciò nonostante l'impegno di circa 150 addetti attivi fin dalla notte tra domenica e lunedì con una quarantina di mezzi per un totale di 4'300 ore di lavoro.

La nevicata non è stata uguale dappertutto
La nevicata non è stata uguale dappertutto (Bellinzona/RSI)

Complessivamente sono stati sgomberati 10'000 metri cubi di neve e sono state sparse 100 tonnellate di sale.

Diem

Per saperne di più

Bellinzona chiede scusa

Bellinzona chiede scusa

Il Quotidiano di martedì 19.12.2017

Approfondimenti nelle edizioni odierne delle Cronache della Svizzera italiana (Rete Uno 18:00) e del Quotidiano (LA1 19:00)

Condividi