La revisione è in discussione dal 2001
La revisione è in discussione dal 2001 (© Ti-Press)

Piano regolatore, è ricorso

Capriasca delusa dalla revisione approvata dal Governo: "Non vanifichiamo il lavoro fatto finora"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il comune di Capriasca inoltrerà ricorso contro la revisione del piano regolatore recentemente approvata dal Consiglio di Stato ticinese. Lo scrive martedì laRegione, indicando che la decisione è stata presa all'unanimità dal Municipio. Vi è delusione per la bocciatura governativa di diversi aspetti della proposta ratificata dal Consiglio comunale e inviata a Bellinzona nel 2011, in particolare l'aumento delle zone edificabili (40'000 metri quadrati in più).

"Siamo delusi anche per il lungo tempo intercorsi e per i costi che il Comune ha dovuto sostenere", circa 500'000 franchi, ha commentato al quotidiano il sindaco Andrea Pellegrinelli.  Il capodicastero della pianificazione Lorenzo Orsi ha voluto indicare che lo strumento approvato dal Governo "ha anche aspetti positivi, in particolare quelli tecnici". "Vogliamo mantenere il dialogo con il Cantone e non vanificare il lavoro fatto finora", ha detto.

La revisione dello strumento pianificatorio è discussa dal 2001, quando il comune si è formato dall'aggregazione di Cagiallo, Lopagno, Roveredo, Sala Capriasca, Tesserete e Vaglio.

ZZ

Condividi