Ottobre estremo in Ticino: prima il gran caldo, poi il maltempo (tipress)

Prima il favonio, poi la tempesta

Quantitativi eccezionali di pioggia in questi giorni: fino a 500 millimetri. Il termometro in ottobre però ha segnato delle medie da record

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il clima alle nostre latitudini si fa sempre più estremo. La tempesta che ha imperversato fino alla notte scorsa ha portato nelle Centovalli e nella Valle Onsernone da 400 a 500 millimetri di pioggia. Quantitativi eccezionali. In Valposchiavo circa la metà 200 millimetri in tre giorni, ma per questa regione si tratta di un record per gli ultimi 50 anni. Il Sottoceneri è stato spazzato da forti raffiche, i 128 chilometri orari di Lugano sono il secondo valore più alto di sempre.

Malgrado il finale tempestoso e umido, però, il mese di ottobre 2018, anche grazie al favonio, ha fatto registrare temperature da record dal 1864, quando sono cominciate le misurazioni.

A Lugano la norma stagionale è stata superata di tre gradi e mezzo, a Locarno i 30,5 gradi del 24 ottobre sono diventati storici. Anche le ore di sole sono state abbondantemente sopra la media, sull'altopiano si registra un più 60% rispetto alla norma degli scorsi anni, fatta di abbondante nebbia alta.

ff/joe.p.

Condividi