La misura che riguarda il 53enne prosegue

Psichiatra ancora in carcere

Il Ministero pubblico ha prorogato la misura nei confronti del medico accusato di atti sessuali con persone incapaci di discernimento

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Ministero pubblico ha comunicato che è stata prorogata la carcerazione preventiva a carico di un medico psichiatra 53enne disposta nel mese di dicembre 2018.

Il principale addebito è quello di atti sessuali con persone incapaci di discernimento o inette a resistere. L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Chiara Borelli.

Altri accertamenti sono in corso e, vista la delicatezza delle indagini, le autorità fanno sapere che non verranno rilasciate ulteriori informazioni. Ribadiscono altresì che eventuali testimoni o persone venute a conoscenza dei fatti oggetto degli accertamenti sono invitati a contattare la polizia cantonale allo 091.815.51.32.

Red.MM/sdr
Condividi