Scontri a Lugano

La polizia è intervenuta fermare una manifestazione non autorizzata in in stazione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una manifestazione non autorizzata si è conclusa lunedì dopo quasi due ore nella zona della stazione di Lugano. Sul posto sono intervenuti in forze gli agenti del mantenimento ordine della Polizia. I presenti erano una sessantina e non sono mancati i momenti di tensione: dalle immagini in nostro possesso, le parti sono venute a contatto, con i poliziotti che erano in tenuta antisommossa. La polizia in serata ha poi comunicato che a più riprese c'è stato un lancio di oggetti nei confronti degli agenti. Verso le 20.30, dopo essere stati identificati, i manifestanti se ne sono andati. La loro posizione è al vaglio degli inquirenti.

 

Un volantino, firmato dal collettivo CSOA il Molino, invitava a mascherarsi contro "patriarcato, razzismo e islamofobia". "Individuiamo nel patriarcato le radici storiche strutturali delle oppressioni e di ogni forma di discriminazione e razzismo", si legge su un altro foglio. Tra le ragioni dell'episodio ci sarebbe anche il risultato dell'iniziativa antiburqa di domenica. Secondo gli organizzatori, infatti, "la votazione federale di domenica 7 marzo per vietare la dissimulazione del viso, si inserisce in queste dinamiche di potere".

FD
Condividi