Registrato un cospicuo aumento dei disoccupati in Ticino e Grigioni ad aprile (Ti-Press)

Senza lavoro in netto aumento

La disoccupazione in Svizzera, complice la crisi del coronavirus, è salita al 3,3% in aprile; tasso del 4% in Ticino

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L’epidemia di coronavirus incide profondamente sul mercato del lavoro: in aprile il tasso di disoccupazione in Svizzera è balzato al 3,3%, rispetto al 2,9% di marzo. Si tratta del tasso di disoccupazione più alto dal marzo 2017. A fine aprile, 153’413 persone erano iscritte presso gli uffici regionali di collocamento (URC), ossia 17’789 in più in confronto al mese precedente. Su base annua, il numero dei senza lavoro è cresciuto di 46’115 unità, per un aumento del 43%, informa oggi tramite un comunicato la Segreteria di Stato dell’economia (SECO).

In Ticino, dove il tasso si è attestato al 4%, sono stati conteggiati 6'893 disoccupati, con un aumento di 723 unità rispetto al mese precedente (+11,7%) e di ben 2'307 persone rispetto all’aprile di un anno fa (+50,3%). Lo ha reso noto giovedì la Segreteria di Stato per l’economia (SECO).

CSI 18.00 del 7.05.2020 - Christian Vitta al microfono di Pervin Kavakcioglu
CSI 18.00 del 7.05.2020 - Christian Vitta al microfono di Pervin Kavakcioglu
 

Nel caso dei Grigioni i senza lavoro registrati sono stati in aprile 3'772, con una progressione di 1'597 persone rispetto a marzo 2020 (+73,4%) e un aumento di 2'055 unità sullo stesso mese di un anno fa (+119,7%). Qui, il tasso di disoccupazione a fine mese era del 3,4%.

Aumenta la disoccupazione

Aumenta la disoccupazione

Il Quotidiano di giovedì 07.05.2020

 
 
EnCa/ludoC/ATS
Condividi