Lo studio misura l'impatto dell'inquinamento da ormai un quarto di secolo
Lo studio misura l'impatto dell'inquinamento da ormai un quarto di secolo (keystone)

Smog e malattie sotto la lente

Sapaldia, studio a livello nazionale, alla quarta fase - Appello a chi ha partecipato ai rilevamenti passati: "Tornate"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

“Tornate, siete estremamente importanti”. Questo l’appello lanciato stamane durante la trasmissione d’approfondimento Modem dal dottor Marco Pons, pneumologo, primario di medicina Ospedale regionale di Lugano. Il dottor Pons ci ha confermato che nei prossimi mesi partiranno i rilevamenti per la quarta tappa di Sapaldia, lo studio che da ormai un quarto di secolo sta misurando l’impatto dello smog sulla salute degli adulti nel lungo periodo in Svizzera.

“Sapaldia 4 studierà le interazioni tra gli stili di vita, gli aspetti sociali, l’inquinamento e i fattori ereditari sull’invecchiamento – ha spiegato Pons, che del progetto è il responsabile ticinese. “Insomma si cercherà di capire come le persone invecchiano quando sono esposte a inquinanti rispetto a quelle che non sono esposte alle sostanze inquinanti”.

I primi studi avevano già permesso di arrivare a conclusioni importanti. Primo, a inizio anni ’90, la conferma (non scontata ai quei tempi) che l’inquinamento fa male. Poi il nesso tra aumento delle polveri fini e salute. E ancora la costatazione che questi inquinanti producono danni non solo ai polmoni, ma aumentano il rischio di infarti.

Ora la quarta fase e l’appello a chi ha partecipato ai rilevamenti passati, circa 700 persone in Ticino. “Tornate, vi chiedo un ulteriore sforzo – ha detto Pons - Siete estremamente preziosi per capire qualcosa di più tra sostanze inquinanti e il nostro corpo”.

Modem/Red.MM

La puntata integrale

Condividi