L’uomo respinge ogni addebito
L’uomo respinge ogni addebito (©Tipress)

Stupro a Losone, si torna in aula

Colpo di scena nella vicenda del giovane eritreo condannato per violenza carnale ai danni di una connazionale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

C'é un nuovo colpo di scena, nella vicenda del giovane eritreo condannato a 9 mesi in primo grado per violenza carnale ai danni di una connazionale.

Il processo per lo stupro del novembre 2014 all'ex caserma di Losone deve essere rifatto da zero. Lo ha deciso la corte d'appello, chiamata in causa dal ricorso dell'avvocato del 17enne. La ragione di questa svolta? Durante il dibattimento il suo interrogatorio non è stato verbalizzato. Un grave vizio di forma.  La corte d'appello se n'è accorta esaminando il ricorso del legale del giovane africano contro la sentenza del tribunale dei minorenni. E ora, come detto, è tutto da rifare.

Il giovane eritreo - che nel frattempo è anche fuggito in Svezia ed è stato ripreso - si è sempre dichiarato innocente.

CSI/redMM

Dal Quotidiano:

Verbale incompleto, torna a processo

Verbale incompleto, torna a processo

Il Quotidiano di lunedì 02.05.2016

Condividi