Truffa da 20 milioni di euro
Truffa da 20 milioni di euro (©Ti-Press)

Truffe ai frati, s'indaga

Perquisizioni a Lugano e Paradiso in abitazioni e uffici di un broker

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La polizia ticinese, per ordine della procura che ha dato seguito alla richiesta di rogatoria, sta perquisendo abitazioni e uffici (a Paradiso e a Lugano) più la società Anycon, tutto riconducibile a un broker finanziario accusato di truffa, arrivata nel tempo a 20 milioni di euro (frutto di lasciti e donazioni oltre che affitti di immobili), ai danni dell'Ordine dei frati minori francescani. Gli inquirenti milanesi — secondo quanto riferito dall'agenzia ANSA — stanno cercando documentazione pure nelle abitazioni di alcuni frati a Milano e in altre città in Italia.

Attività investigative legate alla stessa vicenda sono in corso anche in Italia da parte della Guardia di Finanza. La denuncia è stata presentata a Roma, Milano e Lugano dalla Curia generale dei frati minori francescani. Le operazioni in Ticino sono coordinate dal procuratore John Noseda.

Il finanziere avrebbe promesso — all'ex economo dell'Ordine — investimenti in Svizzera con elevati tassi di interesse (non inferiori al 12%). Inizialmente l'operatore finanziario averebbe restituito somme corrispondenti, ma poi - secondo la denuncia dei francescani - non avrebbe più reso nulla: né capitale, né interessi, determinando l'ammanco nella cassa dei religiosi.

Ansa/px

Condividi