Il turismo elvetico ha recuperato un po' di terreno in estate e soprattutto in Ticino
Il turismo elvetico ha recuperato un po' di terreno in estate e soprattutto in Ticino (Keystone)

Turismo ticinese, estate in ripresa

Il settore durante la bella stagione ha registrato una progressione dei pernottamenti e brilla in particolare il cantone a sud delle Alpi: +28%

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Se il turismo elvetico ha visto una stagione estiva 2021 di forte rilancio rispetto a quella dell'anno prima. Ticino e Grigioni hanno per contro approfittato della voglia di vacanze in patria mostrata dagli svizzeri. Evidentemente, si è ancora lontani dai livelli pre-pandemici, perlomeno a livello nazionale.

Tutte le regioni turistiche vedono un rilancio rispetto al 2020, ma solo Ticino (+28% a 2,1 milioni), Giura e Tre Laghi (+17%), Grigioni (+14% a 2,7 milioni) e Svizzera orientale (+8%) segnano incrementi dei pernottamenti anche nei confronti del 2019.

Le regioni urbane mettono a referto sensibili aumenti nei confronti dell'anno scorso, ma la domanda rimane tuttora più bassa rispetto a due anni fa. La presenza di americani è calata del 74% e quella di turisti asiatici dell’85%.

A livello di singoli mesi tutti presentano un incremento annuo, che va dal +213% di maggio al +6% di luglio. Per quanto riguarda l'ottobre del 2021 l'aumento è del 39% a 2,9 milioni (+15% di svizzeri, +161% gli stranieri).

Test in entrata: e il turismo?

Test in entrata: e il turismo?

Il Quotidiano di domenica 05.12.2021

ATS/EnCa
Condividi