Sarà un credito garantito dalla fideiussione federale a salvare Lugano Airport? (Keystone)

Un lumino s'accende per Lugano Airport

Il CdA dello scalo luganese, in caso di un rinvio del voto sul referendum, potrebbe far capo a uno dei "crediti coronavirus"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Se il voto sui referendum del 26 aprile contro il salvataggio dell'aerporto di Agno sarà rinviato in ragione della pandemia in corso, l'aerodromo in difficoltà finanziarie ha individuato un piano B.

Per non essere costretta a depositare i bilanci, la direzione dello scalo ha deciso che chiederà uno di quei crediti che BancaStato, oggi, concede grazie alla fideiussione federale decisa in relazione al coronavirus.

D'accordo i sindacati e in attesa del sostegno degli azionisti, il CdA di Lugano Airport rimane fiducioso sul futuro dell'aeroporto che proprio dall'inizio dell'anno si stava riprendendo (40% in più della cifgra d'affari) e che proprio in questi giorni sta mostrando la sua importanza per i voli sanitari e di rimpatrio privati che a loro volta provano, osserva il vicepresidente del CdA Filippo Lombardi, l'utilità di avere un aeroporto in tempi di crisi.

Lugano Airport chiede un sostegno

Lugano Airport chiede un sostegno

Il Quotidiano di martedì 31.03.2020

 
mpe
Condividi