Un novembre secchissimo al sud

Il mese che si sta chiudendo passerà agli annali come uno tra i più asciutti - MeteoSvizzera: si fa sentire la voglia di pioggia e di neve in quota

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le previsioni indicano che, martedì prossimo, almeno Oltralpe, ci sarà qualche precipitazione. Il 1° dicembre, data d'inizio dell'inverno meteorologico, potrebbe essere accompagnato anche da qualche fiocco di neve fino in pianura. Al sud invece il tempo secco rischia di prolungarsi ancora a causa dell'anticiclone, con grande delusione per chi aspetta un po' d'acqua, magari perché preoccupato dall'elevato pericolo di incendio di boschi o perché attende di vedere le montagne imbiancate.

Meteo regionale

Meteo regionale

I colori del tempo

 

Tracciando il bilancio del mese di novembre, MeteoSvizzera, sottolineato che "la voglia di pioggia, ma anche di neve in quota, comincia ad aumentare", rileva che al sud, dopo l'ondata di maltempo di inizio ottobre, non piove più in modo serio dal 23 ottobre. Un'assenza di precipitazioni che però non è eccezionale per il periodo che è caratterizzata da un'elevata variabilità. In alcuni anni (come in questo o nel 2015) il mese di novembre - spiega l'Ufficio federale di meteorologia e climatologia -  è particolarmente asciutto. In altri  si verificano eventi estremi come nel 2014 quando a Locarno Monti si misurarono oltre 700 litri di acqua al metro quadrato.

In alcuni regioni grigionesi, come quelle di Andeer e Scuol, ma anche in quella vallesana del Gran San Bernardo, il mese che sta per concludersi, ha invece fatto sapere MeteoNews, passerà agli annali come quello più secco da quando sono iniziate le misurazioni.

Diem/ATS
Condividi