La zona dove sorgerà il nuovo stabile per il polo di ricerca
La zona dove sorgerà il nuovo stabile per il polo di ricerca (© Ti-Press / Samuel Golay)

Una nuova casa per l'IRB

Lo stabile dell'Istituto di ricerca in biomedicina di Bellinzona sorgerà all'ex Campo militare e i lavori dovrebbero concludersi a fine 2020

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Alla fine del 2020 l’Istituto di ricerche in biomedicina (IRB), l'Istituto oncologico di ricerca (IOR) e i laboratori di ricerca del Neurocentro della Svizzera italiana avranno la loro nuova sede. Lo stabile sorgerà nei pressi dell’ex campo militare di Bellinzona e potrà ospitare fino a 220 collaboratori.  Il progetto e la relativa domanda di costruzione sono stati pubblicati sull'albo del Dicastero territorio e mobilità della Turrita.

Il progetto è stato realizzato da un team interdisciplinare guidato dall’architetto Aurelio Galfetti e prevede un investimento di circa 44 milioni di franchi, 12,8 a carico del comune. A questi vanno aggiunti i costi di progettazione, per gli arredi e, come riferisce il CdT, per le attrezzature.

Lo stabile, che prevede la realizzazione di un edificio di 45'000 metri cubi complessivi, si svilupperà su tre piani fuori terra che ospiterà uffici e laboratori, mentre al piano interrato saranno realizzati una cinquantina di posteggi e locali tecnici.

Swing

Condividi