Agenti italiani in osservazione del lavoro dei colleghi svizzeri (Tipress)

Via alla prima pattuglia mista

Guardie di confine e polizia di Stato italiana hanno cominciato giovedì con un posto di blocco congiunto a Pizzamiglio

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Venerdì è stato il primo giorno di lavoro per le pattuglie miste di confine. Guardie di confine e polizia di Stato italiana hanno cominciato con un posto di blocco congiunto all'altezza del depuratore di Pizzamiglio.

A febbraio le autorità svizzere e quelle italiane avevano siglato la dichiarazione d'intenti per dare il via a questa nuova unione di forze mirata - come espresso dal responsabile del ministero dell'Interno - alla lotta contro la migrazione illegale.

Il primo dispositivo formato da due Guardie di confine svizzere e da tre agenti italiani ha seguito il protocollo che prevede, per gli agenti "ospiti" nell'altra nazione, compiti esclusivamente di assistenza, osservazione e informazione e non possono eseguire autonomamente misure di polizia.

Pattuglie miste in azione al confine

Pattuglie miste in azione al confine

Il Quotidiano di venerdì 15.03.2019

 
CSI/sdr
Condividi