Luca Marsico
Luca Marsico (Regione Lombardia)

Inerti a Stabio, si muove la Lombardia

Una risoluzione della Regione chiede al Ticino il rispetto per la salute dei cittadini italiani nell'area della discarica ed opere di mitigazione ambientale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La discarica di inerti a Stabio è stata, giovedì mattina, al centro di un dibattito in Regione Lombardia da parte dalla Commissione Ambiente e Protezione Civile e della Commissione "Rapporti tra Lombardia, Confederazione Elvetica e Province Autonome". Dopo le dichiarazioni di un gruppo di cittadini e del sindaco di Cantello, disposti a bloccare la strada di accesso al Ticino se cresceranno altre "montagne artificiali", la politica regionale si pone come mediatore tra il Comune, che non desidera che quest'opera vada avanti per la salute dei propri cittadini, e la Svizzera.

Il gruppo di lavoro ha stilato una risoluzione che si articola in tre punti, come spiegato dal presidente della Commissione Ambiente, Luca Marsico . Prima di tutto sarà chiesto un incontro con il Consiglio di Stato ticinese. Si chiederanno misure di mitigazione per gli impatti ambientali di origine transfrontaliera nell’area lombarda interessata e, infine, si cercherà maggiore condivisione delle procedure di realizzazione di impianti rilevanti sotto il profilo ambientale.

"C’è l’auspicio - ha detto Marsico - che attraverso il tramite della Giunta regionale ci sia l’apertura di una comunicazione costruttiva e proficua con le autorità elvetiche per giungere alla miglior soluzione possibile nel segno di una non penalizzazione dei cittadini italiani che vivono o hanno attività d’impresa nella zona di confine interessata: il dialogo e l’ascolto reciproco siano la strada maestra".

Nel corso della seduta congiunta di giovedì in Regione è stata approvata anche una risoluzione in merito al progetto di discarica sita nel territorio di Genestrerio, al confine con il comune comasco di Bizzarone.

sdr


 

Condividi