Con Daniel Craig in Quantum of Solace
Con Daniel Craig in Quantum of Solace (The Walt Disney Company)

ASPETTANDO LOCARNO Gemma

La Bond Girl sarà la prima diva in Piazza

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Per descrivere una con quel nome e quello chassis notevolissimo è difficile non buttare lì paragoni con diamanti, zaffiri o smeraldi.

Agente Fields insieme a 007

Non a caso la britannica Gemma Arterton fa parte del club piuttosto esclusivo delle Bond Girl fin dall'apparizione (nel 2008 a ventidue anni) in Quantum of Solace diretto dal grigionese Marc Forster.

In seguito si è fatta strada in blockbuster fanta-mitologici come Scontro tra Titani e in cine-videogame come Prince of Persia (entrambi del 2010), ma anche in film europei più sofisticati come Tamara Drewe di Stephen Frears (ancora 2010, anno di grazia decisamente) e Gemma Bovery di Anne Fontaine (2014), tratti dalle graphic novel della cartoonist inglese Posy Simmonds.

Al Festival di Locarno

La Arterton è attesa in Piazza Grande il 3 agosto, in apertura di 69esima edizione del Festival, insieme alla ragazzina protagonista del postapocalittico The Girl with all the Gifts.

Una Arterton grintosissima insieme a Glenn Close e due altri attori di The Girl With All The Gifts
Una Arterton grintosissima insieme a Glenn Close e due altri attori di The Girl With All The Gifts (Impuls)

Il film inaugurale è tratto dal romanzo omonimo di M. R. Carey (2014) e a grandi linee promette una sorta di versione al femminile del celebre Io sono leggenda (Matheson in forma scritta, Will Smith scultoreo sullo schermo): un'umanità di zombie ridotta da un virus a cannibalizzarsi, la speranza che sembra risiedere nella capacità dei più giovani di resistere mentalmente alla malattia, la decenne Melanie (Sennia Nanua: chissà che emozione l'impatto con la piazza) che deve scappare e viene aiutata dalla sua insegnante Helen, il personaggio interpretato dalla Arterton.

Oggi Gemma è una star affermata, ma la sua biografia fa pensare, più che alle storie di tante barbie dello show business, ai film di Ken Loach sulla working class (a proposito: imperderdibile la presenza a Locarno del maestro inglese la sera dell’11 agosto).

Biografia particolare

Nata con sei dita per mano e operata da piccolissima, la Arterton è figlia di un operaio saldatore e di una donna delle pulizie. Prima di diventare attrice fa la commessa e l'assistente truccatrice, ma poi la passione per la recitazione prevale. Nel 2008 lavora con Guy Ritchie (RocknRolla) e subito dopo arriva la svolta vera, l’incontro sullo schermo con l'agente 007.

Ora anche lei può tranquillamente permettersi di dire “il mio nome è Gemma, Gemma Arterton”, però non ce n’è bisogno: il mondo lo sa già.

MZ

 

www.rsi.ch/cinema

 

 

Condividi