Ciak: si cerca Camille
Ciak: si cerca Camille (RSI)

Chi ha visto Camille?

Nuovo lungometraggio in produzione in Ticino

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È un mese davvero bollente, questo di luglio, per i set ticinesi! Dopo la serie web La Stirpe di Orazio (girata in diverse location del Mendrisiotto), nei giorni scorsi è stato attivo tra Losone, Locarno e la autostrada A2 anche il set di Finding Camille, lungometraggio della regista ticinese (residente in Inghilterra) Bindu De Stoppani. La produzione è della Hugofilm in collaborazione con la RSI.

Bindu De Stoppani dà indicazioni a Luigi Diberti
Bindu De Stoppani dà indicazioni a Luigi Diberti (RSI)

Un road movie particolare, che racconta di un rapporto padre-figlia incrinato da anni e di quella che sembra essere forse l’ultima possibilità di ricucirlo, un ultimo viaggio, alla ricerca di "Camille", prima che l’Alzheimer si porti via tutto.

La regista osserva la scena
La regista osserva la scena (RSI)

Protagonisti la dolce e imbranata figlia Camille (Anna Ferzetti) e il padre Edoardo (Luigi Diberti), ex reporter di guerra la cui memoria sta, a poco a poco, scomparendo. A completare il  quadretto si aggiungerà Leo, autostoppista-musicista che aiuterà i due a ritrovare loro stessi e la serenità.

Intervista a Edoardo (Luigi Diliberti) e Camille (Anna Ferzetti)
Intervista a Edoardo (Luigi Diliberti) e Camille (Anna Ferzetti)

Tematiche importanti e delicate quelle trattate nel film, ma non aspettatevi un drammone! Il tono del lungometraggio sarà infatti quello della commedia, drammatica ed emozionale certo, ma con spazio anche per momenti di gioia e risate.

Intervista con la regista Bindu De Stoppani
Intervista con la regista Bindu De Stoppani (RSI)
L'ultima tappa ticinese delle riprese ha gioiosamente messo a soqquadro la routine dell’area di servizio di Coldrerio, tra macchine e turisti incuriositi dalla presenza della crew al completo, impegnata nel girare una scena ad "alta velocità", con il furgoncino dei protagonisti lanciato verso l'entrata dell'autogrill per soddisfare i "bisogni impellenti" del padre Edoardo.

Utenti dell'area di servizio chiamati a pazientare anche in seguito, perché è stata girata la scena successiva, quella della figlia che va a cercare il padre nei bagni (che quindi sono stati inagibili per un po').

La produzione si sposta ora in direzione dell'Alto Adige, per terminare poi il viaggio e le riprese in Bosnia.

E Camille? La si troverà? Beh, per la risposta bisognerà attendere l'uscita in sala nel 2017! Nell'attesa è possibile seguire l'evoluzione delle riprese sugli account facebook e instagram del film.

LM

 

www.rsi.ch/cinema

 

 

Condividi